Pagina:Memorie storiche su la vita gli studj e le opere di Lionardo da Vinci.djvu/189

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
178 MEMORIE STORICHE

quanto diversa dalle testè mentovate, tanto analoga a quelle che oggidì veggiamo. Questa però, siccome in appresso dimostrerassi, non fu da lui immaginata.

Se però riguardo alle conche per la navigazione del canal grande tratto dal Ticino nulla o ben poco operò Lionardo, ben fece in esso un miglioramento quanto necessario alla città altrettanto utile alla irrigazione, cioè gli scaricatoi presso San Cristoforo, de'quali, e del premio avutone già parlammo1, come pur facemmo menzione del canale dal Ticino derivato per l'irrigazione della Sforzesca2.

XLVIII. I ricorsi incessanti di quelli che aveano diritto alle acque colle quali formato s'era il naviglio nuovo, come dicemmo, indussero il duca Francesco I Sforza a derivare dall'Adda un canale, che molta copia d'acqua alla città conducesse, e alla irrigazione non meno che alla navigazione servisse. Il francese biografo Dufrêsne, copiato quasi da tutti gli oltramontani, e da alcuni italiani che di Lionardo scrissero, ben mostrò non solo d'ignorare le nostre storie, ma di non avere nessuna idea della topografia del nostro paese, quando scrisse che Lionardo fu impiegato da Lodovico il Moro »a condurre le acque

  1. Pag. 104.
  2. Pag. 45.