Pagina:Milani - Risposta a Cattaneo, 1841.djvu/120

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


110

I IO

provvisorie, che mancano ancora quasi tutte le. stazioni intermedie’, ecco il profondo studio del dottore Cattaneo sulle stazioni belgiche, col quale vorrebbe dare dello stordito a me, e persuadere il pubblico di porre nel preventivo delle spese della strada ferdinandea, al titolo delle stazioni, proporzionate al poco nostro trasporto, in confronto di quello belgico, non tre milioni, ma sei, nove, dodici, e chi sa quanti! «a molti, a molti, a moki doppi se si vuol avere il ricavo ». Povera strada ferdinandea se tutti gli studiosi che le prodigarono cure e servigi, se tutti i suoi consiglieri solleciti e fedeli fossero stati e fossero della sapienza del dottore Cattaneo!!

358.° Ma veniamo al granchio inglese: quando il dottore Cattaneo parla della Francia, dell’ Inghilterra, del Belgio, e delle strade di ferro di que’ tre paesi, parla con una tal sicurezza, con una tale prosopopea che chi stare volesse alla imperturbabilità delle di lui parole, direbbe che egli ha Francia, Inghilterra e Belgio sulle dita: ma per poco che si conoscano que’ tre paesi e le loro strade di ferro, si scorge subito che egli ne sa tanto come se fossefo in un altro mondo, che ne parla come del progetto mio, cioè a caso.

La strada di ferro da Manchester a Liverpool è lunga più di 49 chilometri (metri 49,3 oo)) non vi sono stazioni che ai suoi estremi, avvene una a Manchester, due a Liverpool. Delle due di Liverpool, una è verso il centro della città, l’altra in riva al porto. Nei primi anni ve ne era una soltanto anche a Liverpool, ed era quella del porto ) ma in seguito il grande concorso delle merci e dei viaggiatori consigliò a separare i due servigi, e di far una stazione verso il centro della città pei viaggiatori, limitando l’uso dell’altra, cioè quella del porto, alle sole merci. Le merci che corrono giornalmente la strada di Liverpool sommano, in misura media, a mille tonnellate circa (366,ooo tonnellate all’anno).

In mezzo della corsa tra Manchester e Liverpool vi è un serbatoio e scaldatoio d’acqua per rifornire le macchine locomotive di acqua calda.

359. Il servizio dei viaggiatori della strada da Manchester a Liverpool si divide in traini di prima classe ed in traini di seconda classe, distinti fra loro dalla celerità del viaggio. Da questo è già chiaro che i traini delle due classi non viaggiano contemporaneamente, come in altre strade di ferro, ma separatamente.

I traini di prima classe fanno il viaggio da Manchester a Liverpool in un’ora e mezzo al più, e corrono da una stazione all’altra, fermandosi soltanto circa due minuti al serbatoio d’ acqua per rifornirsi d’ acqua.

I traini di seconda classe impiegano, per andar da Manchester a Liverpool, due ore e mezzo circa, ma si fermano più volte in cammino a luoghi dati, onde prendere i viaggiatori che si raccolgono a queste distanze intermedie.

In questi luoghi dove i traini di seconda classe si fermano per prendere i viaggiatori raccoltivi, vi sono delle stanzine, dei caselli occupati dagli esattori, dagli uomini incaricati di vendere i biglietti di transito ai nuovi affluenti. Questi caselli fur ono fatti prima di legno per attendere la conferma dell’esperienza, ed ora saranno, forse, di muro, se pur lo saranno, perchè gli Inglesi in queste cose di speculazione sono prudentissimi, calcolano bene sino all’ultimo soldo il dare e V avere ^ lasciano le poesie ai poeti, e si occupano dei fatti, delle cose reali, e quindi non mettono mai il carro prima dei buoi, ma invece mettono sempre i buoi prima del carro.

36o.° Tutto ciò che ho qui narrato, 1’ ho veduto co’ miei occhi, 1’ ho esperimentato io stesso, percorrendo a piedi la strada da Manchester a Liverpool, viaggiando sulla strada da Manchester a Liverpool, tanto nei traini veloci, quanto in quelli lenti; ma chi temesse che io avessi veduto male, o male esperimentato, può leggerlo anche alla pa- Google