Pagina:Milani - Risposta a Cattaneo, 1841.djvu/121

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



111

Ili

gina 94 dell’opera intitolata «Leggi europee ed americane sulle strade di ferro del signor Smith ».

361. ° Dunque il dottore Cattaneo ha tolto addirittura i caselli di esazione per i traini di seconda classe per altrettante stazioni, ed ha cosi creato di pianta, con pochissima spesa,

le 18 stazioni della strada di Manchester a tre chilometri di distoma; le 18 della strada da Londra a Birmingham a undici chilometri, e le sette della strada di Croydon a due chilometri e mezzo,

per porle contro alle mie dodici additate, intanto, sopra ayi chilometri di lunghezza, cioè alla distanza media di chilometri venticinque. E questo è il granchio che egli ha pescato in Inghilterra sul fatto del numero delle stazioni.

362. ° Chi andasse alle lezioni del dottore Cattaneo, e le tenesse in pregio, proporrebbe sulla strada ferdinandea 109 stazioni da Venezia a Milano, cioè una a ogni due chilometri e mezzo, e le proporrebbe proprio nei primordi dell’ impresa, per un transito presuntivo limitato a soli 3a5,3oo viaggiatori e 162,846 tonnellate di merci, e porrebbe.

nel preventivo, per un tal titolo, i milioni a decine!!


XII.

Aver io commesso un errore nei livelli connettendo alla linea prMCl- Pagina 19.

pale il braccio da Treviglio a Bergamo, avendo, per guanto pare, sbagliato il riferimento delle orizzontali.

Quindi y chi mai poter assicurar ora che gli altri tronchi siano connessi con maggior precisione? — Su guai fondamento riposar ora tutti codesti studii? — Vedersi dunque patente il bisogno delle consulte da lui suggerite, la necessità della facoltà di consiglio e di discussione che si era rifiutata agli ingegneri. Senza queste consulte, senza questa facoltà di consiglio, di discussione, i progetti non essere che costose apparenze, che si risolvono in fumo alV atto dei lavori. Del resto, esser però vero che quello sbaglio nei riferimento delie orizzontali e una svista facile a farsi

Sotto le ruotaje aver io prima proposto lastre di granito ed in queste commesso un errore di apprezzamento di più di sedici milioni — egli averne subito subito, e due anni sono, dato avviso agli azionisti per le stampe nel primo volume del Politecnico — io aver mutato improvvisamente le lastre di granito in traversi di legno di larice; ma questo non sciogliere la gran questione fondamentale tra la pietra ed il legno nelle ruotaje delle strade di ferro — doversi fare studii e confronti, ed egli suggerirli nella Rivista pel pubblico bene.

Trovarsi contraddizione manifesta nei materiali scelti all’opera: volersi, per esempio, il ponte di Venezia di pietre cotte e di pietre d’I- Google