Pagina:Milani - Risposta a Cattaneo, 1841.djvu/201

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



lix

gli acquisti di materiali, se 1’ acquisto sarà di qualche entità, si dovrà giustificarlo eoa ricevuta.

30.° La paga dei misuratori seguirà la pratica dei paesi, il prezzo del momento e V abilità del misuratore stesso, ma non potrà mai essere maggiore di due lire austriache al giorno.

3L° Ogni assistente avrà per ogni giorno di lavoro in città od in campagna la dieta di lire austriache sei. In campagna, per vitto ed alloggio, lire austriache cinque, e pel viaggio come gli ingegneri operatori. In somma dunque le competenze degli assistenti saranno sei lire austriache al tavolo, e per sette ore di lavoro, undici lire austriache in campagna, e per ogni giorno di viaggio ordinario diciassette lire austriache.

32. ° Tutte le competenze, tutte le spese degli ingegneri ed assistenti saranno pagaie dalla cassa dell’ufficio tecnico della società, e dall’ingegnere in capo, dietro ricevuta degli ingegneri ed assistenti.

TITOLO VII.

Osservazioni generali.

33. ° Quando un ingegnere operatore avrà accettato V incarico della livellazione di una

più sezioni, e vi avrà dato principio, non potrà abbandonarla che nel solo caso di provata malattia. L’abbandonarla per qualunque siasi altro titolo equivalerà all’avervi rinunciato, e P ingegnere in capo spedirà tosto un altro ingegnere operatore sul luogo.

34. ° Ogni ingegnere operatore avrà sotto i di lui ordini un assistente, e non più di tre misuratori. L’ assistente sarà scelto e dato all’ ingegnere operatore dall’ ingegnere in capo, ed i misuratori presi sul luogo e cambiati secondo le occorrenze e I’ abilità.

35. ° L’ingegnere operatore è il solo risponsabile del lavoro; l’assistente dipende da lui: avrà per incarico principale di guidare, sorvegliare le misure orizzontali, collocare la biffa, dirigerne lo scopo, e leggere ad alta voce le altezze, ma dovrà fare quant’ altro gli sarà dall’ ingegnere operatore ordinato. Se l’ assistente fosse poco diligente o poco intelligente, T ingegnere operatore dovrà farne rapporto confidenziale all’ ingegnere in capo, perchè non potrà mai scolparsi di nessun ritardo od errore, scusandosi sulla incapacità dell’ assistente.

36. ° Al termine d’ ogni settimana ogni ingegnere operatore farà rapporto all’ ingegnere in capo, informandolo dell’ andamento dei lavori, e del punto a cui sono giunti: il rapporto sarà diretto per la posta all’ ufficio tecnico, in via Scrimiari al N. 4838*

37. ° Pei lavori di tavolo eseguiti dagli ingegneri operatori fuori dell’ufficio tecnico, e nei luoghi di loro ordinaria residenza, ogni ingegnere operatore esporrà in una polizza

1 giorni di lavoro impiegati, contando sette ore di lavoro per ciascun giorno.

38. ° Tutti gli ingegneri operatori e tutti gli assistenti dovranno essere forniti, a loro spese, pei lavori di tavolo, di strumenti da disegno, pennelli e colori; la carta da disegno sarà somministrata dall’ufficio agli ingegneri operatori ed assistenti occupati in ufficio: a quelli che lavorano nelle ordinarie residenze loro sarà pagata al prezzo d’ acquisto.

39. Nei lavori di campagna si dovrà usare verso tutti gentilezza e riguardi. Ad ogni volta che si attraversa il fondo di un proprietario sarà bene, se è sul luogo, farnelo avvertito.

Bisogna guastare siepi, piante e seminati il meno che si può; se il guasto indispensabile è sensibile, convenire amichevolmente il compenso col proprietario, ed assicurarlo del Google