Pagina:Mirtilla.djvu/73

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

A T T O

Hor vita rendete al suon concorde il canto:
Poi che noi siamo in sì bel loco a l’ombra,
Dove Flora tra i fiori
In braccio al suo marito si riposa;
Et ei per la dolcezza
Spira vento soave in queste fronde,
E ’l mormorar de l’onde
Farà tenore al suono
Di questo cavo legno.
Hor tu comincia Filli;
E poi segui Mirtilla;
Cantate dunque à prova,
Che ’l cantar a vicenda aman le Muse.
Fill.Dotta Calliopea,
Madre di quel buon Trace,
Ch’ogn’animal più fero, e più fugace,
Con la sonora voce a se trahea,
Inspira ò Diva, a questa voce mia
Soave melodia.
Mir.O de le Muse padre,
Vien hoggi nel mio canto, e nel mio core,
Nel mio cor, che si sface
De’ tuoi studi, non men, che de la face
Del mio nemico Amore.
Così le prime sue membra leggiadre,
Vesta la figlia di Peneo sdegnosa,
Per esserti pietosa.
Fill.Quattro, e sei pomi accolti in un sol ramo,
Serbo a la mia capanna, e gli destino


Al