Pagina:Modena descritta da Francesco Sossaj.djvu/58

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

)(45)(

3. S. Filomena V. e M. del Prof. Bernardino Rossi. Sotto in ovato S. Alfonso di Liguori del Magnanini.

Gli ornati nella soffitta sono di Flaminio Veratti, i bassi rilievi ecc., dello Stringa.

L’ organo è lavoro di Domenico Traeri.

Collegio delle Orfane di S. Catterina,
e Terziarie di S. Domenico.


Il Collegio delle Orfane di S. Catterina una volta denominate Putte del Vescovo, fondato fu nel 1563 dal Vescovo Foscherari a prò di 20 in 30 figlie di buoni cittadini. Prima erano governate da quattro Orsoline, e dipendevano da una presidenza apposita. Dopo diversi cambiamenti avvenuti nel pio Istituto, l’ anno 1789 venne incorporato nelle Orfane Canaline o di S. Geminiano, altro Collegio che dal 1537 riconosceva la sua erezione dalla beneficenza del Cardinale Morone, e di Lodovico Cigali. Le une e le altre formarono poi il così detto Ritiro delle Cittadine nel Chiostro già delle Monache della Madonna; e finalmente "S. A. R. l'Arciduca Sovrano il 15 Aprile 1816 decretò la soppressione del Ritiro, ed il ristabilimento delle Orfane di S. Catterina nel fabbricato medesimo, affidandole al Corpo educatore delle Terziarie di S.Domenico, però sotto la direzione immediata di un Sacerdote, e la vigilanza della Congregazione di carità in oggi Congregazione delle Opere pie. Le Terziarie Domenicane propriamente dette