Pagina:Mozzoni Un passo avanti nella cultura femminile.djvu/87

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 82 —

Ma lo spirito d’emancipazione inaugurata dalla riforma, e vittorioso colla Rivoluzione, che riconosceva agli Israeliti i diritti civili e li chiamava a parte della civilizzazione occidentale, scemando in essi l'esclusivismo settario, e staccandoli gradatamente dalle vecchie tradizioni asiatiche, dovea necessariamente immegliare le condizioni delle figlie d’Israele.

Infatti al dì che corre le donne Israelite han già consegnato, dei nomi illustri alle lettere ed alle arti — Le signorine Estelle e Maria Herzveld in Olanda non sono le sole che coltivino ccm fortuna le lettere — Betty Paoli e Fanny Lewald fanno in Germania splendida testimonianza al genio israelitico, mentre Grazia Aguilar ci fa. vivamente simpatizzare colla sua razza pe’ suoi romanzi amabili e delicati.

Ma r Israelita phe costrinse recentemente il mondo ad inclinarsi al genio della sua razza e che lascierà di sé lunga memoria nella storia deir Arte, fu senza dubbio Rachel Felix — per la quale la tragedia francese brillò di una luce iiuova ed ignota prima di lei, dopo di lei impossibile.

Basti accennare che il Teatro Francese guadagnava per lei in 17 anni 4,394,231,000 franchi. I trionfi ch’ella riportò in tutta Europa, e segnatamente in Russia, rimangono tuttavia unici nei fecondi annali degli entusiasmi.

Sara, Lia, Rebecca e Dina sorelle di Rachele, benché a questa di gran lunga inferiori.