Pagina:Mozzoni Un passo avanti nella cultura femminile.djvu/90

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 85 —


nente politica di una donna, e che è oggi stesso degnamente rappresentata da un’altra donna, non s’è ancora determinata ad assicurare al sesso delle condizioni giuridiche che siano meglio in armonia collo sviluppo morale e materiale nella nazione, e così via dicendo: sempre vedrassi il fatto giacersi impotente ed isterilito, se il pensiero filosofico e la scientifica dimostrazione non s’incaricano di svolgerne i gernii e fecondarli — E la ragione è evidente: nessun interesse e nessun pregiudizio è mai salito in furore di suicidio, ma furono gradatamente costretti a céder terreno dalla forza della ragion progressiva, che prevede il fatto, ed accaduto lo appoggia.

E questo è ciò che potentemente fecero le dottrine. a cui accennavamo, che conversero sulle condizioni della donna le considerazioni delle scienze naturali e filosofiche, economiche e legislative.

Già vedemmo dalla copiosa serie di nomi, che la donna consegna alla storia del pensiero e dell’arte, come la scienza l'abbia già emancipata dal plateale pedantismo personificato da Molière nel suo Crysale quando gli faceva dire:

«Nos pères sur ce point etaient gens bien sensés
Qui disaient qu’ une femme en sait toujours assez»

Dalle tracce luminose e profonde ch’ella lasciò nella politica, siamo in diritto d’inferirne, che il