Pagina:Muehlon - Dal diario d'un tedesco, Milano, 1918.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 27 —


Infine osservo, che il governo italiano comunicava a quello francese in data 1° agosto, che la Germania aveva informato l’Italia del suo ultimatum alla Russia e alla Francia e aveva chiesto quali fossero le intenzioni dell’Italia; che il governo italiano aveva risposto, la guerra intrapresa dall’Austria avere, secondo la stessa parola dell’ambasciatore tedesco, uno scopo aggressivo, essere quindi in contraddizione col carattere puramente difensivo della Triplice Alleanza: che quindi in questo caso l’Italia rimarrebbe neutrale.

· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·

Giudizi dei letterati sulla guerra.

5 settembre.

Maeterlinck, Wells, Shaw, Jerome ed altri scrittori si sono sentiti spinti al principio della guerra a prendere posizione contro la causa tedesca, come alcuni dei nostri letterati, p. es. Hauptmann, si sono pronunciati a favore della Germania. Il modo in cui la stampa tedesca reagisce è una testimonianza orribile del modo di pensare tedesco. Essa chiama questi stranieri ingrati e traditori, perchè sono stati resi celebri e ricchi dai lettori tedeschi. Come se ciò li obbligasse a modificare le loro idee a seconda delle correnti dominanti in Germania! E’ il proverbio tedesco: di chi mangio il pane canto la canzone! E’ vergognoso avere una simile pretesa verso tali persone, il cui valore e il cui merito sta appunto nella loro indipendenza.

· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ·

I prigionieri.

8 settembre.

Il mio primo viaggio in ferrovia dopo la dichiarazione di guerra....

Nel viaggio da Berlino a Dresda il treno passa vicino ad un grande campo di prigionieri: un pezzo di prato circondato da una rete metallica. L’impianto delle baracche e delle tende non è ancora finito. Molti soldati in calzoni rossi e giubbe azzurre erano sparsi sulla rada erba, Nulla vi era a loro difesa tranne un tendone. Ciò ricorda molto un giardino zoologico.

A Dresda mi si parlò di un altro campo vicino contenente