Pagina:Muratori-Cristianesimo Felice-vol 2-1752.djvu/5

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


.PgEgAzonI-i, mente dilati quefio dilettevol argo, mento . Molto ' più mi 'ha ‘tempcfiato il .Ltbrajo in occafione di domare ri- mettgrc fotto il torchio la [addetta ‘0perctta petuna tccoqda‘ edizione . Ma còme. lòddisfar io. a qucfii lor .de. fidcrjuàrAllorchè .accdmpagnaì con gli auguri-d’ogni maggiore profpcrità Vo. snu ' Eccuuuu RsvsuxffmssIMA ' in’camminata alla nobiliffimaz Nunzia- tura , ch'Ella con tanta fua giuria ora: a {ottiene , la fupplîcai-ancom' di pro— . ' cacpiarmi altrc' 'nqtizic intorno alle Mifiìoni Americane . Quel genio be- nefico , Che. con {ante altre Virtù ha , 1' EcquLENzA Yen-14. portato fecq alla Corre del potentìlfimQ-=Monarca delle Spagnc ,Anon hjggià lafàatq ca- dere per terra 13. mi; preghierq'c -fpc— ' ramdtfid ecc0=d_a i rinforzi fpezial- mente da Lcì fomminìfiragi nata -la_ feconda Parte; dell’ Operetta filddflta, in chi ho condotto inafiri Italiani al. la cognizion d' altri paci; , dove si va propagando la vera Religione Cristiana, cioè la Cattolica Romana. E quì mi convien rammentare, aver io nel- la a