Pagina:Mussolini - Il mio diario di guerra, 1923.djvu/217

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

benito mussolini 207

II colonnello Benito se ne andato a comandare la Brigata Cremona. Lo ha sostituito il tenente colonnello Capanni, che ha mandato un vibrante saluto all’11° glorioso.

26 Gennaio.


Lavoro di trincea su Dolina Berg, quota 70, primo ciglione del Carso, sopra Selz. Il campo di battaglia. Impressionante ancora! Atterramento forzato di un nostro velivolo vicino a Doberdò. Croci con le corone di rosario appese. Rotoli di carta e cestini di vimini colla telaiatura di ferro. Morti isolati. Mucchi di cadaveri, appena ricoperti di sacchi a terra. Piedi che sporgono. Un teschio. Frammenti di ossa. «Pace, o fratelli» (14° fante- ria). Ferraglie in quantità. Il mare. Laggiù, il cam- panile quadrato di Aquile ja. Più in là un biancheggiare di case: Cervignano.

27-28 Gennaio.


Neve, freddo, noia infinita. Ordine, contrordine, disordine.

30 Gennaio.


I soldati che tornano dalla licenza sono da quala bassa voce del bordello che «ci sta» in Italia,