Pagina:Myricae.djvu/151

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

in campagna 127


Pei nudi solchi trilla trilla il grillo,
12lucciole vanno per i solchi bruni.

E nella sera, con ansar di lampo,
14cercano il grano nel deserto campo;

mentre tuttora, là, dalla riviera
16romba il mulino nella dolce sera.




XI


L’assiuolo



Dov’era la luna? chè il cielo
notava in un’alba di perla,
ed ergersi il mandorlo e il melo
parevano a meglio vederla.
Venivano soffi di lampi
da un nero di nubi laggiù;
veniva una voce dai campi:
8chiù...

Le stelle lucevano rare
tra mezzo alla nebbia di latte:
sentivo il cullare del mare,
sentivo un fru fru tra le fratte;
sentivo nel cuore un sussulto,
com’eco d’un grido che fu.
Sonava lontano il singulto:
16chiù...