Pagina:Naunia descritta viaggiatore.djvu/70

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

con tanto utile, che fece deporre i pregiudizii, in tutta la valle. Il saraceno, o poligono, qui detto formenton, è un suo prodotto che molto abbonda, e di cui si fanno polente e schiacciate, che noi chiamiamo tortei. Quando nel luglio e nell’agosto fiorisce, imbianca un terzo quasi della valle, e manda un gratissimo odore di miele. Le rape, che sono di sapor dolce, si mangiano in mille modi, e se ne fa rapacida, che dal tedesco Kraut o Sauerkraut chiamasi crauti. Buoni crauti si fanno di cappuccio e di cavolo in Senale. Io per dare loro un nome italiano li direi cavolacidi. I legumi d’ogni specie, particolarmente la lente ed i piselli, vi crescono saporiti ed in molta copia. Una singolarità di questa valle si è, che dai primi di giugno sino alla fine di settembre vi si trovano buone ciliegie.

Di tutti questi generi si fa commercio attivo, ma più di tutto, com’è detto, di seta, di legname, di bestie, di segale e di fru-