Pagina:Naunia descritta viaggiatore.djvu/84

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

comuni hanno l’obbligo di manifestare al Giudice distrettuale i disordini che i loro amministrati commettono, e quello d’indicare i bisogni del comune.

La Naunia sendo paese montuoso, non può presentare allo straniero molte di quelle cose che si appellano rarità. Ci sarebbero tuttavia, se alcuno si fosse curato di farne raccolta, e lapidi, e statuette, e monete, ed altri assai pregevoli avanzi dell’antichità. Una bella e stimabile collezione di siffatte cose rinvenute qua e là nella Naunia fu fatta ed è posseduta dal vero amatore della sua patria, dall’illustre antiquario conte Benedetto dei Giovanelli noto alla repubblica letteraria per varie dotte sue opere.

Il tempo nel quale si può viaggiare più comodamente nella Naunia, è dai primi di aprile fino agli ultimi di ottobre. Negli altri mesi o ci è la neve, o l’aria è troppo fredda. Dee però notarsi che nel verno il freddo non è mai sì rigido qui come giù nella valle del-