Pagina:Neera - L'amor platonico, Pierro, 1897.djvu/108

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Io non credo di essermi abbandonata fin qui a soverchie vaporosità romàntiche. Io ho riconosciuto i diritti dell’amore fisico; solamente dissi e ripeto ancora che esso non basta ai bisogni dell’ uomo evoluto.

Questa non è una novità dell’ oggi, poiché abbiamo già contemplate in proposito e le teoriche dei filosofi greci e le meravigliose ascensioni di S. Chiara e di Dante verso un amore ideale. Tale amore non accontenta tutti;d’accordo. E chi non vede che esso fu attraverso i secoli solo un gigantesco sforzo dei cuori i più alti verso il futuro — un futuro indi-