Pagina:Neera - La sottana del Diavolo, Milano, Treves, 1912.djvu/158

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
152 il filtro

- Già. Ma forse vorrà cambiare d'abito? Gocciola da ogni banda.

In un paio d'ore l'ospite aveva preso possesso della camera, rossa, asciugato, ripettinato, con una bella scriminatura che dalla tempia sinistra gli andava fino alla nuca tracciando una linea così sottile che sembrava un filo di seta.

- Se non le dispiace cambierei posto a quella testa di rinoceronte per allogarvi il mio servizio di toeletta.

- Si figuri!

Margheritina dovette ammirare l'elegante accolta di cianciafruscole che il giovinotto sciorinò in luogo della testa di rinoceronte, e questo trofeo dei viaggi di Daniele Valori venne portato in un'altra stanza dove trovavansi già in buona copia zanne d'elefante, conchiglie, yatagan e pappagalli imbalsamati. Ogni volta che Daniele Valori tornava in patria non mancava mai di portare alla sua sposina un pappagallo che ripeteva: buon giorno Margheritina!, ma poi il pappagallo moriva e Margheritina lo faceva imbalsamare per memoria.

Erano appena due giorni che l'allievo della scuola navale si trovava nel suo nuovo alloggio quando una delle tante amiche di Mar-