Pagina:Nicolò Toneatti - Guida del viaggiatore per la città e per li dintorni di Trento, 1837.djvu/33

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

31

che erano avanti la scoperta da lui fattane del tutto ignote, o in folte tenebre involte.

2.° Fontana grande Fu eretta di viva pietra dal pubblico municipio nella piazza grande del Duomo sul disegno, e sotto la direzione di certo Jongo da Trento l’anno 1768. Essa rappresenta Nettuno, che vittorioso s’innalza su d’un gruppo di Delfini fra festeggianti Sirene, e Tritoni. Ascendendo l’acqua sorte da prima per la bocca de’ Delfini, indi per particolare condotto discendendo viene spinta ad alti zampilli per la bocca delle Sirene, de’ Tritoni, e de’ cavalli marini, sopra i quali siedono i Tritoni. Il recipiente superiore, nel quale versano l’acqua i delfini esistenti a piè di Nettuno, è d’un sol pezzo di pietra rossa.

3.° Teatro nuovo. Eretto dalle fondamenta da Felice Mazzurana passò in proprietà di una società, il perché presentemente si appella Teatro sociale. Fu incominciato il 12 febbrajo 1818, nel qual giorno venne murata solennemente la prima pietra, e fu aperto per la prima volta il 29 maggio 1819 avendosi rappre-