Pagina:Nicolò Toneatti - Guida del viaggiatore per la città e per li dintorni di Trento, 1837.djvu/36

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
34

va, che sia esso mancante dell’ala destra, che dovea estendersi, come quella a sinistra, fino all’Adige. Vi è unita nobile cappella con pittura che rappresenta Gesù orante dell’Udine. È sito in Contrada Lunga N. 519.

8.° Palazzo Tabarelli. Fu eretto dal Decano Tabarelli, e si crede da taluno sul disegno procuratosi da Bramante da Urbino. Contrada S. Benedetto N. 252.

9.° Palazzo Thunn, che non è ancor ridotto a suo termine, il perchè non se ne fa che solo menzione. Tuttavia la parte, che fu già fabbricata, può piacere a chiunque lo visita. Contrada Larga N. 509.

10.° Palazzo pretorio, o della giustizia unito alla torre di piazza grande, un dì Episcopio. Merita di essere esaminato nella sua facciata verso piazza grande. La torre, che è la più alta fra le torri di Trento, eccettuata quella di Castello, è destinata presentemente, come la tor Wanga, a custodia degli imputati di qualche delitto. Piazza grande N. 351.

11.° Seminario vescovile ex convento de’ Gesuiti con chiesa annessa, della