Pagina:Nicolò Toneatti - Guida del viaggiatore per la città e per li dintorni di Trento, 1837.djvu/58

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
56


piantagioni di pioppi, e nelle estremità di acaccie ombrellifere, che ti conduce al ponte del Fersina, dal quale fino al ponte del torrente Salè lo stradone è difeso da’ rai del sole nell’eccessivo caldo da ben cresciuti pioppi. La strada a sinistra del ponte, che corre qualche tratto lungo il Fersina conduce a Gocciadoro, colle delizioso, ove cresce buon vino, e si osserva un grande, e ben difeso recinto di agrumi. Percorrendo il pubblico passeggio a destra in cima ad un monte si scorge una chiesa, a piedi della quale per ripida roccia discende un torrente formando una cascata d’acqua, e sul ponte del Fersina a destra del quale giace la città, sul colle a est in bella prospettiva si presentano tutti i sì detti giardini di Trento. Fontanasanta, e parte delle case disperse del comune di Cognola. Dal ponte del Fersina è necessario dirigere il cammino da ovest a est lungo il Fersina, ed esaminare la doppia muraglia, che a grandi spese venne eretta dai possidenti delle campagne vicine, e dalla città, finchè si giunge ad una strada, che da sud a nord dirige nella lunga