Pagina:Notizie del bello, dell'antico, e del curioso della città di Napoli.djvu/262

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 264 —


    rato a loro favore, e d’altra parte non avere che a domandare quella tale somma a disposizione, perchè il tesoro la paghi a cui spetta. Ed era fra’ doveri di questo Intendente andar sapientemente compilando in ogni termine di anno lo stato discusso; ed il suo alto carico stesso lo forniva di tutte le debite e necessarie cognizioni, perchè i milioni di ducati, che a’ rami di guerra e marineria concedon le rendite dello Stato, fossero convenevolmente spartiti e secondo i bisogni delle armi diverse.
       L’intendenza generale dell’esercito, siccome il ministero di guerra, di cui fece pane per lo innanzi vestendo la stessa divisa, ha quattro ripartimenti, ciascun de’ quali, regolato da un capo di ripartimento è suddiviso in sezioni, cui son preposti i capi di sezione. E sono queste le sole denominazioni alquanto diverse dalle altre Segreterie di Stato, nelle quali si annoverano gli uffiziali di ripartimento e gli uffiziali di carico. Ma ha inoltre un ufficio di verifica degli aggiusti, il cui capo anzichè appartenere all’ordine degli uffiziali civili è un commessario ordinatore dell’esercito, perocchè vi son disaminate scrupolosameute tutte quante le rassegne delle corporazioni militari, dopo che spedite da’ commessari, vi furono apposte nelle officine dell’erario le rispettive competenze, e propriamente nella Scrivaneria di ragione. Da ultimo deesi noverare la vice-intendenza generale per le province transfarine, cui si addice di sorvegliare e dirigere il servigio delle cose materiali e delle civaie, e di verificare eziandio le chiusure semestrali dei conti de’ reggimenti colà di presidio.
       Commessariato di guerra. Antichi fra noi sono anche gli offici de’ commessari di guerra; anzi nelle antiche ordinanze avevan le artiglierie i loro speciali commessari, eletti fra quelli uffiziali dell’arme, i quali non eran più accomodati a’ servigi de’ campi della vita agitata, siccome ha oggidì i suoi propri la marineria. Cangiaron nome ne’ primi anni del decennal reggimento per quella brutta smania di prediligere dappertutto il senso francese; cotalchè vi furon gl’intendenti e sotto-intendenti militari, i quali dipendevan dirittamente dal Direttor generale delle rassegne, dell’amministrazione del soldo e della così detta massa delle soldatesche.
       Vennero poscia con legge del dì 27 di maggio dell’anno 1808