Pagina:Notizie sulla Guerra della Indipendenza d'Italia (Monitore Toscano).djvu/39

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

39

dia nazionale mobile. Molti volontari accrescono il numero delle milizie. Il moto nazionale si estende. Lecco è libera.


N. LXI.
Monit. N. 130


Torino 30 maggio ore 10,30 pom. – Oggi il nostro esercito passò la Sesia. Il nemico era fortificato a Palestro. Dopo vivo e splendido combattimento le nostre truppe capitanate dal Re s’impadronirono del villaggio cacciando il nemico e facendo molti prigionieri.

Aspettiamo notizie particolari della vittoria.

L’Imperatore visitò oggi i feriti di Montebello, distribuendo soccorsi; alle ore 3 pom. S. M. I. partì per Vercelli.


N. LXII.
Monit. N. 131


Torino 31 maggio ore 9,50 ant.

Altri cenni del combattimento di Palestro:

Il Re condusse le nostre truppe ad assaltare gli Austriaci trincerati a Palestro, Casalino e Vinzalio. Le trincere furono ostinatamente difese. I nostri le superarono alla bajonetta con ammirabile valore. Presero due cannoni, molte armi e molti prigionieri. Le perdite del nemico furono gravissime. Non si conosce ancora quanto costò a noi questa vittoria.

Vercelli jeri sera fu illuminata. L’Imperatore percorse a piedi la città in festa.