Pagina:Opere di Procopio di Cesarea, Tomo I.djvu/530

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
490


 

staurati in Mopsuestia, e in Adata. Provvedimenti a Tarso pel fiume Cidno 

pag. 458 
Cap. 

VI. Magnifico tempio in Gerusalemme dedicato alla Madre di Dio

» 461 
—  

VII. Monte Garizim in sommo onore presso i Samaritani. Sedizione di costoro. Predizione di Cristo compiuta dall’imperadore Zenone. I Samaritani gastigati da Anastasio. Giustiniano fortifica il monte Garizim, e ristaura i tempii abbruciati 

» 464 
—  

VIII. Tempio edificato ai monaci sul monte Sina. Castello posto alle radici di quel monte 

» 466 
—  

IX. Monasterii, Tempii ed altre cose nell’oriente ristaurato 

» 468 


LIBRO SESTO.


Cap. 

I. La Fiala di Alessandria fortificata. Il Nilo separa l’Asia dall’Africa. Che siasi fatto in Tafosiri 

» 470 
—  

II. Il Paratonio, e l’Antipirgo. Teucria, Berenice, Tolemaide, Borio, e le due Augile 

» 472 
—  

III. Sirte maggiore. Tripoli. I Mauri pacati

» 474 
—  

IV. Lepte la grande fortificata ed ornata da Giustiniano. Prodigio ivi mostratosi ai Mauri. I Gadabitani abbracciano la fede di Cristo. Sirte minore 

» 475 
—  

V. Cartagine detta Giustiniana, e Baga detta Teodoria. Edifizii dall’Imperadore fatti in quelle due città 

» 477 
—  

VI. Adrumeto da Giustiniano cinta di mura, chiamasi Giustiniana. Nuova città fondata presso Caputuada, dove era mirabilmente scaturita una fontana all’approdarvi dell’armata imperiale. Alcune città della provincia Bizacena fortificate. 

» 479