Pagina:Opere di Raimondo Montecuccoli (1821).djvu/14

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

viii

mente riscontrate sui testi citati; queste sono contrassegnate colla lettera M. Al testo ed alle note del Montecuccoli vanno aggiunti per maggior pregio dell’opera; 1.° Il bellissimo elogio che scrisse di questo grande suo concittadino il Conte Agostino Paradisi, elogio che ho creduto dover sostituire alle vite, che alcuni ignari biografi ne hanno scritto, e che non possono chiamarsi a confronto di questo stimato lavoro nè per la verità delle cose, nè per la dignità e l’eleganza delle parole; 2.° Le note e le considerazioni del signor Foscolo relative all’arte; e queste verranno nel corso dell’opera distinte colla lettera F; 3.° Le note geografiche del traduttore francese, segnate dalle iniziali Tr. Fr.; 4.° Finalmente alcune poche mie osservazioni critiche e filologiche; e queste non hanno segno di sorta. Ho posto in calce al primo volume le belle considerazioni del signor Foscolo sull’uso degli antichi libri di guerra, e sui Dragoni, rimandando a suo luogo e sotto il testo quella dello stesso Autore sui Catafratti: seguitano alcune mie considerazioni sulle scuole pratiche degl’ingegneri militari, ed una dissertazione sui campi trincerati, sola parte lasciata intatta dal Montecuccoli, e che io desunsi dalle aggiunte