Pagina:Opere scelte di Ugo Foscolo I.djvu/148

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

111

ve particolari, e di contrapporre nel tempo stesso la impotenza, la presunzione, e gli accorgimenti di coloro, che hanno presunto d’imitarli senza essere a ciò creati dalla natura, nè istituiti dagli studi opportuni.

La storia d’ogni specie comprenderà gli autori celebri d’ogni tempo e d’ogni nazione: se alcuno ne trasandassi io imparerò ciò che non sapea da chi vorrà farmene avvertito. Cosi noi studieremo sempre sui fatti e vedremo i principii della letteratura emergere analiticamente da ciascheduna lezione, e tutti ad un tempo. Cosi questi principii li applicheremo all’utilità della nostra patria e della letteratura italiana. Così o giovani avrete agio di esaminarli e di ciò vi prego istantemente. Perchè se mi compiacerete di questa domanda, non potrete non procacciare vantaggio ed a voi che bramate imparare, ed a me che studiomi d’insegnare.

Poiché l’esame produrrà contro quelle massime alcune difficoltà nell’ingegno o de’ più cauti o de’ più pronti tra voi, le quali se mi verranno promosse, o io saprò ragionevolmente scioglierle, e ciò tornerà in vostro profitto ed in mio, giacché varrà a confermarvi ne’ vostri propositi; o le difficoltà saranno di tal vigo-