Pagina:Opere scelte di Ugo Foscolo II.djvu/103

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
102


BENEDETTO MENZINI


morto


nel mdcciv.



Mentr’io dormia sotto quell’elce ombrosa
     Parvemi, disse Alcon, per l’onde chiare
     Gir navigando donde il Sole appare
     Sin dove stanco in grembo al mar si posa.

5E a me, soggiunse Elpin, nella fumosa
     Fucina di Vulcan parve d’entrare,
     E prender armi d’artificio rare
     Grand’elmo e spada ardente e fulminosa.

Sorrise Uranio, che per entro vede
     10Gli altrui pensier col senno; e in questi accenti
     Proruppe e s’acquistò credenza e fede.

Siate, o pastori, a quella cura intenti
     Che giusto il Ciel dispensator vi diede,
     E sognerete sol greggi ed armenti.