Pagina:Ordini di cavalcare (1571).djvu/48

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
32 LIBRO

[Regola, per maneggiare un cavallo ĩ in in presẽza presenza presenza d’un Principe.]Vi partirete di trotto con la punta della bacchetta alta verso la spalla destra, il che dissi avanti all’ordine del portar della bacchetta; & come sete al capo della carriera, calando la bacchetta, prenderete dalla man destra una meza volta giusta, & vi formerete un poco, & dapoi pian piano caminerete quanto tiene un corpo di Cavallo, & tantosto con un bel partir furioso vi avierete con la carriera, et passerete avanti del Principe a quella guisa, et a quella misura che ho detto, il quale vi sara, mirandovi, alla bãda banda banda destra; & come sete al parare, & sono forniti i vostri fianchi, & voi alla prima, o alla seconda, overo alla terza posata, secondo il maneggio che volete usare, a tempo, o di mezo tempo, o vero contra tempo, & secondo quello che il Cavallo sa fare, & può soffrire, di subito gli prenderete la volta da man destra, et tornarete col repolone per la pista della carriera; et come sete al termine del fin del repolone, con quel tempo che prendeste la prima volta, lo volterete da man sinistra, & anderete via pur per quella pista, et giunto che sarete al segno, prenderete la volta di man destra come da prima, & per quella pista anderete a parare dove feste la volta sinistra, & le posate saranno di quel numero che converrà alla qualità del maneggio che farete, & così vi dovete formare avanti del Signore, che a faccia del vostro lato sinistro, a corpo di Cavallo, vi si ritronerà.

[Altra forma di maneggio davanti un Prencipe.]O pur quando se gli dona la carriera potrebbe anco tenersi, & parare poco più in dietro di quel luogo dove il Signore è dalla banda, & vi sara di faccia alla man destra, & come egli starà totalmente fermo, et ordinatamente havera fatto le posate, lo spingerete avanti, a tiro di repolone, et a tempo secondo il maneggio che volete usare, gli prẽderete prenderete prenderete la volta da man destra, et per la medesima pista ritornerete infin’al termine dove paraste alla carriera, & col simil tempo gli prenderete la volta sinistra, & lo rimetterete avanti: onde tra l’andare, & il ritornare indietro farete quattro repoloni; & essendo di molta forza si potrebbe arrivar insin a i sei, & la prima, & l’ultima volta verrà sempre a farsi da man destra, al fine parando dinanzi al Principe. Si potrebbe ancora nel fine del corso parar il Cauallo a paro del detto Signore, che vi mirerà dalla vostra man destra, overamente posarlo poco più avanti di lui da dieci palmi, & senza rimetterlo avanti a quel tempo che fa le posate pigliargli la volta destra, con un di quei tre tempi, che a voi piacerà, & che esso sa fare, & ritornare indietro per la stampa della carriera col repolone, & voltarlo poi dalla man sinistra, & arrivare al numero di due repoloni, o quattro, fermandovi tosto sopra l’ultima volta che chiuderete dalla man destra dove prima paraste, che così vi troverete il Principe all’incontro del vostro lato sinistro, & tanto a quel modo di repoloni che vi dissi da prima, quanto a questi che ora vi dico, di subito che il Cavallo si ferma, et havera parato, dovete donargli le volte raddoppiate, & avanti che si raddoppi, over appresto, se la intende, si potrebbe intertenere un pezzo con la capriola, o con gli corvetti; nondimeno la capriola si farebbe

migliore,