Pagina:Panzini - Novelle d'ambo i sessi.djvu/32

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
20 novelle d'ambo i sessi


— Ebbene, l’esame istologico negativo, — disse gravemente il dottorino, — non è bastevole. Conviene innestare una cavia o un coniglio, avere la pazienza di attendere da un minimo di venti giorni ad un massimo di quattro mesi, sissignore, quattro mesi! e dopo possiamo dire matematicamente. Scusi, professore, ma lei ne vuol sapere più di noi che ci viviamo in mezzo?

Una tenue disputa si accese tra i due scienziati: l’uno aveva studiato le carte, le cartapecore, le pergamene, i codici, i papiri; l’altro aveva studiato i pezzi anatomici, i nervi, i parenchimi, i vari cocchi a catena, a lancia, a bastone, a virgola: aveva lavorato col microscopio: ma nessuno dei due aveva studiato quella grossa bestia che è l’uomo; non la avevano osservata con gli occhi più adatti, cioè con gli occhi semplici, gli occhi puri, quelli che ha dato Iddio; perciò la disputa fra i due scienziati fu alquanto acerbetta.

— Ma, illustre professore, — disse il dottorino, — io le dico: “si fidi!„. Ma lei vuole il documento matematico; ed io non glielo posso fornire, nessuno glielo può fornire se non da qui a quattro mesi, e per l’appunto così....

Per l’appunto in quel punto la donna dalle braccia nude recava un coniglio nero, penzo-