Pagina:Pascarella - Sonetti.djvu/139

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

VII.


E li ministri de qualunque Stato
So’ stati sempre tutti de ’na sètta!
Irre orre... te porteno in barchetta,
4E te fanno contento e cojonato.

Accusì lui; ce se trovò incastrato
A doveje pe’ forza daje retta,
Je fecero la solita scoletta,
8Da Erode lo mannaveno a Pilato.

E invece de venì’ a ’na decisione,
— Sa? je fecero, senza complimenti,
11Qui bisogna formà’ ’na commissione.

Lei j’annerà a spiegà’ de che se tratta,
E, dice, quanno loro so’ contenti,
14Ritorni pure che la cosa è fatta.




— 129 —