Pagina:Perini - Trento e suoi contorni, 1868.djvu/126

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

- 94 -


distillazione a vapore di acque aromatiche, di liquori alcoolici, e di essenze, apparecchia con diversi metodi di pressione più qualità di olii, e troppo lungo sarebbe il menzionare le molte combinazioni saline che si espongono cristallizzate in belle forme; certo è che lo stabilimento di Antonio Santoni è unico nel Tirolo italiano.

Distillatori.


Fra i distillatori primeggia Antonio Cristellotti, che all’impresa dei bagni aggiunge la produzione dell’acquavite. La sua caldaia a bagno-maria per la fabbricazione dell’alcool fu costruita da Giacomo Peretti di Mori, che oltre le solite valvole di sicurezza è munita d’un regolatore e d’una bilancia che caricata di corrispondenti pesi comunica il voluto grado di concentrazione al liquore. Questa macchina assai complicata ed eseguita con rara perfezione è unica in paese. Anche Francesco Antonio Malfatti e Antonio Francisci producono aceto con proprie fabbriche.

Pasticcierie.


        Per eleganza, squisitezza di gusto, e pei graziosissimi lavori di zucchero, la bottega di Francesco Lutterotti potrebbe figurare in qualsiasi città. Oltre ammanire varie confetture e frutta preparate, che ammiriamo imbandite sui banchetti nuziali, e che assieme ai lavori in zucchero di Felice Mazzurana adornarono la patria esposizione, Francesco Lutterotti è veramente peritissimo nello imitare i fiori e nella composizione di figure e gruppi pittoreschi. La sua bottega o meglio il grazioso gabinetto vicino allo ingresso del Teatro sociale fu sovente visitato da principi, che sempre encomiarono il merito dell’abile artefice. Milano, Venezia, Vienna ed altre città commettono ogni anno a questo