Pagina:Petrificazioni Monte Misma.djvu/16

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(12)

appartiene propriamente a quella parte del Misma, che al nordest è rivolta; anzi con tal nome non viene chiamato che un picciol tratto della pendice costituente sulla destra il vallone, il quale dal dorso di una falda del Piz-misma rivolta all’est discende precipitosissimo verso il nord, e mette fra le due contrade di Fiobbio e dell’Abbazia [6]. Siffatta pendice, ossia laterale costiera, la quale ha le sue radici immediatamente al caseggiato dell’ultima di esse villette, s’inalza ripidissima, e quasi per retta linea sino alla sua cima, ove di Piz-abbazia prende il nome. Ad una mezz’ora di faticoso cammino dalla contrada trovasi Macla, ove aperta vedesi una breccia nel vivo del monte, all’uopo di trarne della pietra; la quale, strateggiata per lo più minutamente, ha invitato i terrazzani a cavarla, ed a lavorarla in opere da fabbrica. Le stratificazioni, che costituiscono questa cava, considerate quanto alla loro disposizione relativamente all’orizzonte, non reggono punto alla comparazione dei tratti marcati grossolani ed infranti della stratificazione in grande della montagna, i quali dalla crosta vegetabile spuntano