Pagina:Petrificazioni Monte Misma.djvu/30

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( 26 )

abbiano portata la propria specie a cancellarsi dal ruolo delle sussistenti. Ora dai tenuissimi Ammoniti microscopici dal nostro Bianchi riferiti, che pur vorrebbonsi fra le specie tuttora sussistenti, e da quelli poco più grandi rammentatici da Hoffmann, rimontando noi coll’ immaginazione agli Elmintoliti fossili osservati nelle stratificazioni di Macla, e più ancora a quello descrittoci da Antonio Vallisnieri (de Statu Diluv.), che dieci piedi avea di circonferenza, ed all’altro veduto da Spada, che pesava più di cento libbre (Ceta lapid. figurat. agri Veron.), i quali da certuni vorrebbonsi i veri prototipi degli Ammoniti, che vissero dappoi, come dedurre potrebbesi il numero de’ secoli dalla Natura impiegato nel portare siffatti abitatori del mare ad estremi così distanti di grandezza de’ loro corpi! E quanto maggior tempo poi per ridurre con sì lento passo tali razze viventi al totale loro estinguimento?

15. Ma lasciamo questi calcoli sempre superiori al nostro intendimento, e passiamo alla descrizione sistematica de' nostri Belenniti.

I Belenniti (Helmintholithus Linnei spec. 23,