Pagina:Piccole storie del mondo grande - Alfredo Panzini - 1901.djvu/72

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
60 leuma e lia

in pensiero perchè Leuma sarà stravagante, nervoso, melanconico, meditabondo, sentirà la nostalgia di viaggiare, di vivere nelle grandi città.... Scusi, sposina, lei ha mai letto una commedia tragica che si intitola Anime solitarie?

- No, signore.

- Ma certo l'avrà comperata: è una novità....

- Sarà bene: ma anch'io, veda, leggo poco. Mica che non ne abbia la voglia: ma vi sono tante vestine da rammendare e tante cosine da fare! Noi non siamo ricchi; possono venire degli altri figliuoli, e poi l'ago e la pezzuola - come dice la mamma - tiran su la famigliuola.

- Peccato che non abbia letto le Anime solitarie....!

- Perchè?

- Perchè allora ci saremmo subito compresi sul conto di Leuma: ma se non ha letto quel libro, è inutile che glielo spieghi: serve soltanto per chi non ne ha di bisogno.

Allora Lia parlò così accendendosi di passione di mano in mano che proseguiva con le sue parole dolorose:

- Lo farò venire quel libro, signore, e lo leggerò. Ma intanto le posso accertare che