Pagina:Piceno Annonario ossia Gallia Senonia illustrata Antonio Brandimarte 1825.djvu/214

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
198

anno 1449 del mese di Novembre mandò lo venerabile Padre Frate Giovanni da Capistrano, e me Frate Jacomo della Marca de l’Ordine de li Frati Minori a riducere alla vera fede li castelii già eretici, cioè lo Massaccio, Majolata, lo Pojo, e lo Mergo ec. ec., li quali Castelli mediante la divina grazia sono riducti a lo gremio della S. Chiesa, et ad unitade de la santa Fede abjurata omne eresìa ne le nostre mane, trovammo ne la campana del dicto Castello de’ Majolata lettere scolpite, che dicevano così Anno Domini millesimo quadrigentesimo decimo nono tempore Fratris Gabriellis Episcopi Philadelphiae Ecclesiae Pastoris Fratrum Minorum minister generalis . Jesus . Maria . Franciscus. Ecco lo vostro Papa . . . Nella vostra Chiesa, la quale dicete esser voi medesimi, mai ce s’è trovato esser fatto miracolo alcuno salvo in contra de’ Voi, in vostra detestazione, e confusione: taciamo de’ tutti. Ma pure quando alcuno de’ Voi la nostra justitia li fa bruciare, acciocchè se concorde l’odore della santità del corpo a quello dell’anima, le vostre carne, come carne molto putride, abominevolmente puzzano: siccome se vidde, e sentisse per certa experientia a Fabriano stando lì presente Messer lo Papa Niccolò V. ed essendoci bruciati lì certi eretici per tre dì loro intollerabile fetore occupò tutta la Cittade, intantochè stando io in lo Convento de S. Francesco, de longo da lo loco, ove erano stati arsi, per tre dì continui me abominò quella loro intollerabile puzza„ Io poi penso, che la maggior parte delle ossa ivi trovate siano di quelle povere genti, che vi si nascosero per salvarsi dal furore de’ Goti, e de’ Longobardi, come dissi alla pagina 189, le quali non vi abitarono momentaneamente come i cavatori del Travertino, ed i fraticelli, ma per anni replicati colle loro famiglie, e perciò le ossa sono di persone di tutte le età, cioè di ragazzi, di adulti, e di vecchi.

È indubitato, che il monte Ginguno fu diviso da un terremoto. Non sono rari i casi, che i continenti, o