Pagina:Piceno Annonario ossia Gallia Senonia illustrata Antonio Brandimarte 1825.djvu/70

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
54

niato dietro alle spalle, se non per la strada sottoporta al colle: tum quia, cum ager, ut dixi, tumulosus esset, a tergo circumveniri non poterat Romanus exercitus, nisi per tramitem subjectum colli. Laonde vi era il motivo, per cui ciascuna parte stimasse molto tal colle: i Goti per iscagliare di quà, e di là le freccie nel combattere avendo attorniati i nemici: i Romani poi per non soffrire tal danno. Narsete avendo scelti cinquanta soldati a piedi in tempo di notte lo fa occupare, e loro comanda di ritenerlo; e custodirlo. Al qual luogo essendo essi venuti non contrastandoglielo gl’inimici, ivi sì fermarono. Un torrente è situato davanti al colle coperto dalla strada, di cui poco fa feci menzione. Colli proejacet torrens, praetextus tramite, cujus mentionem proxime feci. Erano poi gli accampamenti de’ Goti nel luogo opposto, in cui stavano quelli cinquanta soldati così stretti, che si toccavano insieme, e disposti a schiera per quanto loro lo permetteva la strettezza del luogo. Tostochè il giorno comparve, e Totila li mirò, rivolse tutte le sue premure per cacciarli. Pertanto incontanente manda una turma di soldati a cavallo, e loro comanda di subito fugarli. Questi con molto fremito, e schiamazzo così assalgono quelli cinquanta, come se dovessero vincerli nel primo impeto. Quelli poi stretti insieme, e protetti dagli scudi stavano fermi, mentre i goti spinti i cavalli confusamente li caricarono. Ma quelli cinquanta con forza sostennero l’impeto col dibattere gli scudi, e col vibrar le aste frequentemente, e con tal maestria, che spaventavano i cavalli col continuo suono delle targhe crepitanti, e gli uomini colle punte delle aste stese. I cavalli ricalcitravano resi furiosi dall’asprezza del sito, e dallo strepito degli scudi, e serrati fuori dal trapasso: i soldati poi, che sopra essi sedevano, non sapevano dove rivolgersi dovendo combattere con persone così armate, e che non cedevano, e dovendo tenere a freno indarno i cavalli contumaci. Respinti da questo primo combattimento tornano indietro. Li assalgono di nuovo, ed essendo stati accolti nel-