Pagina:Pirandello - Sei personaggi in cerca d'autore, R. Bemporad & figlio, 1921.djvu/20

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
12 Luigi Pirandello


Il Direttore (tornandosene al suo posto).

E neanche io! E andiamo avanti, che sarà un bellissimo disastro! (In tono confidenziale). Mi raccomando, si metta di tre quarti, perchè se no, tra le astruserie del dialogo e lei che non si farà sentire dal pubblico, addio ogni cosa! (Battendo di nuovo le mani). Attenzione! attenzione, e attacchiamo!


Il Suggeritore.

Scusi, Commendatore, permette che mi ripari col cupolino? Tira una cert’aria....


Il Direttore.

Ma sì, faccia, faccia!

L'Uscere del Teatro intanto sarà entrato dalla porticina del palcoscenico e, girando alla larga in punta di piedi, levandosi a un certo punto il berretto gallonato, si sarà appressato al tavolino. Durante questa manovra entreranno anche e si fermeranno davanti alla porticina del palcoscenico i Sei Personaggi, per modo che, quando l’uscere li annunzierà al Direttore, possa indicarli là in fondo, dove già al loro apparire, una strana tenuissima luce, appena percettibile, si sarà fatta attorno a loro, come irradiata da essi: lieve respiro della loro realtà fantastica. Questo soffio di luce sparirà quand’essi si faranno avanti per entrare in relazione con gli attori. Serberanno