Pagina:Poe - Storie incredibili, 1869.djvu/241

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 235 —

UNA

DISCESA NEL MAELSTROM


Le vie di Dio, tanto nella Natura quanto nell’ordine della Provvidenza, non sono le nostre vie; e i tipi che noi concepiamo non hanno veruna misura comune con la vastità, il profondità e l’incomprensibilità delle Sue opere, che contengono in sè stesse un abisso più profondo del pozzo di Democrito.



Noi avevamo raggiunto l’altissimo picco della più alta montagna.

Ivi il mio vecchio compagno soprastette alquanto, così per ripigliare fiato e rinfrancare gli spiriti a parlare. Alla fine disse: —

Non è ancor molto tempo ch’io vi avrei guidato costassù con altrettanta agevolezza quanta ne avrebbe dimostro il più giovane de’ miei figli. Ma, or fan tre anni, incolsi in una sì strana avventura quale non è certo toccato mai a verun mortale, tale almeno che nessun uomo giammai sopravvisse a raccontarla; — tale, dico, che le sei ore di morte da me in quella passate mi hanno rotto il corpo e l’anima.