Pagina:Poemetti allegorico-didattici del secolo XIII, 1941 – BEIC 1894103.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
32 poemetti allegorico-didascalici

né ’n quelle parti andato.
E in poca dimora
     990provide per misura
le parti del Levante
lá dove sono tante
gemme di gran vertute
e di molte salute.
     995E sono in quello giro
balsimo, ed ambra, e tiro,
e lo pepe, e lo legno
aloé, ch’è sí degno,
e spigo, e cardamomo,
     1000gengiove, e cennamomo,
e altre molte spezie,
che ciascuna in sua spezie
è migliore e piú fina,
e sana in medicina.
     1005Apresso in questo poco
mise in asetto loco
le tigre, e li grifoni,
leofanti, e leoni,
cammelli, e drugomene,
     1010e badilischi, e gene,
e pantere, e castoro,
le formiche dell’oro,
e tanti altri animali,
ch’io non posso dir quali,
     1015che son sí divisati,
e sí dissomigliati
di corpo e di fazzone,
di sí fera ragione,
e di sí strana taglia,
     1020ch’io non credo san faglia
ch’alcuno omo vivente
potesse veramente
per lingua o per scritture