Pagina:Politici e moralisti del Seicento, 1930 – BEIC 1898115.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
32 ludovico zuccolo

privato, valendosi in parte delle leggi, come di sue ministre, in parte adoperando ella stessa per conseguir l’intento suo. Ma la ragione di stato non s’intromette se non in quei mezzi e modi, i quali si aspettano all’introdurre e al conservare forme particolari di republiche. E, per levar via ogni ambiguitá, la quale potesse nascere nelle parole, dico che la ragione di stato non considera quello che assolutamente convenga alla republica, né quello che del pari si appartenga alla tirannide e al regno, o pure alla oligarchia e aristocrazia, ma si travaglia intorno a quelle ultime differenze, per le quali formalmente si distingue l’una spezie di governo dall’altra; né pure, verbigrazia, considera come la costituzion regia sia differente dalla tirannica o l’aristocratica dall’oligarchica, ma anco piú precisamente come la forma regia di Francia sia diversa dalla regia di Spagna o la popolare svizzera dalla olandese. Nè perché le medesime regole di reggimento si addattino talora a piú spezie di governo, la ragione di stato tuttavia poco le risguarda, se non quanto servono a quella spezie precisa e individua di republica che altri vuole introdurre o conservare. Però, quando si dice che la ragione di stato mira alla introduzione e conservazione della forma di qualsivoglia spezie di republica, si debbono pigliar quelle parole in un tal sentimento disgiuntivo, che meglio s’intende da quello che pur ora abbiamo detto, che forse non farebbe se piú a lungo con altri termini si dichiarasse, per aver la lingua nostra strettezza di voci accommodate alla espressione di simili concetti, ad ispiegare i quali quasi si mostra ancor fanciulla. Qui non voglio rimanermi di avvertire chi leggerá, le forme propriamente essere a guisa d’unitá, le quali, aggiunte ai numeri, gli fanno riuscir diversi di spezie l’uno dall’altro. Ma io non mi attengo, mentre ragiono d’introduzione e di conservazione di forma, a sí ristretto significato; ma sotto nome di forma intendo quella disposizione e costituzione di cose, dalle quali immediatamente ne risulta la forma specifica insieme con l’istessa forma, aggiunta quasi unitá a siffatta costituzione. E però il nome di costituzione e di forma della republica a me significano quasi il medesimo. E cosí a punto nelle morali