Pagina:Praga - Le madri galanti.djvu/27

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 27 —

Barone.

Ed io non potrò penetrare nel santuario?

Conte.

Oh! sempre, amico. — Ritorniamo subito.


SCENA IX.

Collalto, Salvi.

Salvi.

Voi in questa casa?

Collalto.

E perchè no?

Salvi.

Ciò mi ha un po’ del meraviglioso. — Un’aquila che entra in un pollaio.

Collalto.

È naturale, caro Salvi: c’è un pollo stuzzicante: del resto pare che anche voi ci bazzicchiate nel pollaio: anzi son contento di avervi trovato; mi darete delle istruzioni intorno alla contessa.

Salvi.

Intorno alla contessa?

Collalto.

Sì, le sono stato presentato ad una festa da ballo, e dopo la seconda quadriglia la gentile contessa mi ha invitato a venirla a trovare in casa: ciò pronostica fortuna, non è vero, Salvi? Io poi che ho pratica di queste cose mi son fatto presenta legal-