Pagina:Raffaello - Lettera a Leone X, 1840.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
34

disegno dell’architetto s’appartengono le misure tirate sempre con linee parallele per ogni verso. E se le misure fatte talora sopra pianta di forma tonda scortano, ovvero diminuiscono; ovvero fatte pur sopra il dritto in triangolo, o altre forme, subito si ritrovano nel disegno della pianta; e quello che scorta nella pianta, come volte, archi, triangoli, è poi perfetto nelli suoi dritti disegni; e per questo è sempre bisogno aver pronte le misure giuste de’ palmi, piedi, dita, grani fino alle sue parti minime. La terza parte di questo disegno è quella in che abbiamo la parete di dentro con li suoi ornamenti. E questa è necessaria non meno che l’altre due; ed è fatta medesimamente della pianta con le linee parallele, come la parte di fuori, e dimostra la metà dell’edificio di dentro, come fosse diviso per mezzo: dimostra il cortile; la corrispondenza dell’altezza delle finestre, delle porte; gli archi delle volte, a botte, o a crociera, o a che altra foggia si sieno. In somma con questi tre modi si possono considerare minutamente tutte le parti di un edificio dentro e fuori. E questa via abbiamo