Pagina:Relazione sulla scelta della linea di allacciamento delle ferrovie italiane col Gottardo.djvu/6

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DELLE FERROVIE ITALIANE COL GOTTARDO 669

il commercio percorrendo la linea lacuale invece che quella di conciliazione; per cui ci sembra che di tale questione sarebbe prezzo dell’opera l’occuparsi, solo nel caso che le due linee si equilibrassero rispetto a tutte le altre condizioni.

Per quanto riguarda le spese di costruzione risulta dal quadro comparativo, che la linea lacuale costerebbe un milione di meno, di quanto fu preventivato dagli Ingegneri della Commissione Gallaratese per la costruzione della linea di conciliazione. Ai preventivi però degli ingegneri della Commissione Novarese crediamo che, in causa di alcune ommissioni, debbano venir fatte alcune aggiunte.

Premettendo che il costo conplessivo della linea lacuale noi l’abbiamo potuto solamente desumere dalle relazioni stampate e non da un accurato esame di rilievi completi e dettagliati, ci sembra che in quel preventivo non sieno state considerate:

1.° Le maggiori spese occorrenti per la stazione internazionale di Luino e per il necessario ingrandimento delle stazioni di Novara e di Sesto Calende.

2.° La spesa necessaria per il rifacimento del binario fra Novara e Bellinzago, non essendo l’attualmente esistente addatto al movimento di una linea internazionale; di più, da quanto abbiamo potuto rilevare, i prezzi esposti dagli ingegneri della Commissione Novarese per le espropriazioni e pei lavori delle gallerie, sono molto inferiori a quelli stabiliti per la linea di Gallarate, prezzi che noi riteniamo molto attendibili anche in vista che per la concessione di questa linea venne già inoltrata domanda al Governo.

Aggiungendo quindi al costo della linea lacuale tutte le maggiori spese per le opere non considerate, e modificando i prezzi onde rendere equipollenti i preventivi delle due linee, noi non crediamo di esagerare asserendo che il costo definitivo della linea lacuale sarà superiore almeno di 4 milioni di quello che fu preventivato dagli ingegneri della Commissione Novarese; in guisa che la linea di conciliazione presenterebbe un’economia sul costo di costruzione di circa 3 milioni in confronto della linea lacuale.

Considerando le due linee anche in rapporto alla loro stabilità, la linea per Gallarate si presenta in migliori condizioni della lacuale; perchè mentre la prima si trova lungo tutto il suo percorso costrutta sopra terreni solidi e non soggetta quindi nè a frane nè a scoscendimenti, la lacuale, giacendo a metà falda lungo la valle del Ticino fra Bellinzago e Sesto Calende e fra Laveno e Luino, oltre alle maggiori spese occorrenti per la costruzione di opere non indifferenti di consolidamento, e per la loro manutenzione, non può presentare certamente le identiche condizioni di stabilità e di sicurezza offerte dalla linea proposta dalla Commissione Gallaratese, di guisa che noi siamo pienamente d’avviso che, tanto rispetto alle spese di costruzione, come anche in riguardo alla stabilità della sede stradale, la linea per Gallarate offre in confronto della lacuale dei seri ed importanti vantaggi.

In quanto ai prodotti chilometrici locali, ci sembra fuor di dubbio che la linea per Gallarate sarà per dare un maggior reddito di quanto è presumibile