Pagina:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/59

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
60 RIME


18Se no vorrei ch'innanti andema auerte
Como fin aura a Zena andete semo,
E che voggie che stemo ben couerte
De contentaue in zò se contentemo,
Perche veghemo ben che descouerte
Da ri chinze agni in sù, ben no staghemo,
Couerte noi staremo, se portà
Ne lasciè sotta quello che a voi pà.

19Porta voggiemo ancora ri Pendin
E nue se vorrei può resteremo,
Pù che ne reste questi battaggin
Che ri pertuxi a posta feti ghemo,
Per farseri infira seira, e mattin
Ni sta senza pendin noi donne poemo,
Mancà voggiemo dri Galletti auanti
E belle scioi, cha dri pendin gallanti.

20Tanto gustemo noi zouene, e foente
De porta de pendin si belli un pà,
Che stete sode semo, e patiente
A lasciasse garzonne pertusa,
I orreggie tenerette tutte quente
Per poei questi pendin sempre portà
E hora che donne fette semo noi
Leuà questi pendin no ne dei voi.