Pagina:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/61

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
62 RIME


24Con pendin tanto belli noi garsonne
Porta derre ra coa ancon voggiemo,
Perch'uzansa questa è da gren personne
Ben che portare à i atre anchon veghemo,
Che à sta si ben derrè re robe bonne
Che pendin senza coa no voggiemo,
Ni per chioggia manchemo de portara
Che per re strè no usemo d'imbratara.

25Portà derre ra coa tutta via
Ne conuen, como noi se gh'auiemo,
Si che se dra reforma andara cria
Per Zena à son de tromba sentiremo,
Che da noi sè ra coa leua via
E ri pendin, bandi se lascieremo,
Quando anda ben ne fessi a ro Perù
E in cò dro mondo, largo da noi chiù.

26In fin questa è pu troppo criminà
Ch'aura in questa superba, e gran cittè,
Da citten se veghemo despoggia
Como a Baccan fan, i assassin de strè,
Ma se con noi vorressan drito andà
E fà con noi so debito esti tè,
Se cauereiuan fin a ra camixa
Per ben crouine quando tra ra bixa.