Pagina:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/89

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
90 RIME


9E quando me ne vago pò con Dè
Intro cuò torna me ve pà sentì,
Onde me vozo subito inderrè
Perche l'è cosa chi me fa stupi,
Si ve vego assetà co ro Panè
E in man l'agogia che voi stè à cuxì.
E comenso dauei a strauania
Si no so como vaghe esta bugà.

10Da pò stago pensando se poisse esse
Quarche gran marauegia questa chi,
E mi hauesse dro tutto perduo l'esse,
E fosse deuegnuo un'atra voi,
E per questa causa me paresse
de sentiue comeigo notte, e dì,
Pigio ro spegio, e me ghe aguardo drento,
E si me veggo c'ho ra barba in mento.

11Lantora me ne ven quasi da rie
Perchè sò che de barba voi no hauei:
Me vego sozzo dentro speggio asie,
E voi si gracioza, e bella sei:
A no va così ancora, e digo mie
Ro proprio ne vorreiua, pù sauei:
E si ghe penso sù, tanto che mi
Trouo in fin che ra cosa va così: