Pagina:Rivista di cavalleria (Volume I, 1898).djvu/154

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
154 rivista di cavalleria

La durata del corso per gli ufficiali è di un anno e dieci mesi, salvo una permanenza di altri 3 mesi per quelli che non fossero dichiarati idonei alla fine del corso ordinario.

L’Istituto superiore della cavalleria in Russia non ha, come si vede, niente da invidiare agli altri della stessa natura degli eserciti migliori d’Europa per ordinamento, per estensione ed intensità del programma da svolgersi; favorita invece da condizioni esistenti nel paese e connaturate con lo stesso popolo, la cavalleria russa ha su molte altre la superiorità che, come ho precedentemente accennato, deriva ad essa dalla grande attitudine all'equitazione di campagna, che con tutte le forze perfeziona e adatta alla natura della guerra moderna.

A questo scopo tendono le esercitazioni, le escursioni, le caccie a cavallo; ed i risultati ottenuti in questo genere di applicazioni sportive sono tali da impensierire i potenti vicini tedeschi.

È notevole in proposito il fatto che il generale Schlieffen nel pubblicare in Germania le disposizioni circa le corse di resistenza (Distanzritt) di cui ho parlato precedentemente, le faceva precedere da una sommaria esposizione di ciò che si è fatto per queste corse in Russia e mi piace spigolare in questa specie di prefazione al decreto prussiano, che trovo citato in una pregevole memoria sulle corse di resistenza recentemente pubblicata in Italia.1

«Nella guerra del 1877-78, dice lo Schlieffen, la cavalleria russa non era all'altezza del suo compito, ancorchè abbia principiato la campagna con un’azione di prim’ordine; il 29o Cosacchi superò dalla mattina alla sera del 12 aprile 1877, circa 100 verste (107 chilometri) e giunse a Barboschi in tempo onde prevenire la distruzione del ponte sul Sereth da parte dei Turchi; anche l'infanteria fece in quel giorno una straordinaria marcia, giungendo a Rani, 75 chilometri distante dall’accampamento.»

«Da quell'epoca venne, nel perfezionamento della cavalleria, tenuta particolarmente in conto l'istruzione tattica. Nelle manovre di cavalleria del 1880 presso Krasnoj―Szelo la vittoria del partito sud sul nord,

  1. SalviCorse di resistenza (1894).