Pagina:Rivista italiana di numismatica 1891.djvu/154

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
138 ercole gnecchi

di Carlo Agostino Malaspina colla madre, edito dal Remedi1 e sopra varie monetine dei Malaspina battute a Tresana.

L’officina di Fosdinovo è tra quelle che produssero in maggior copia queste imitazioni. Molte di esse portano distintamente il nome di Maria Maddalena Malaspina; altre, come i due luigini sopradescritti, non hanno che l’indicazione MARC o MARCH • FOSD. e la leggenda del rovescio allusiva alla famiglia Malaspina.


IMITAZIONI ANONIME (1666).


Rivista italiana di numismatica 1891 p 154.jpg


6. Luigino. — (Gr. 1,600-2.000, — Tit. 322).

D/• HEC • EST • VIRTVTIS • IMAG
Mezzo busto di donna a destra. Sotto il busto un punto.
R/ - • PER • TOTAM • ASIAM • CVRRENS •
Stemma coi tre gigli di Francia, sormontato dalla corona fiorita. Sopra i gigli il lambello a quattro pendenti. Ai lati dello stemma 16-66 (inedito).

Varianti: a) due rosette in principio alla leggenda del rovescio.

b) un trifoglio in principio alla leggenda del rovescio.
c) nel rovescio, le parole della leggenda sono frammezzate da trifogli.

Ho già detto, parlando dei luigini di Campi, che i falsificatori della moneta di Dombes, spacciando la loro merce nel Levante, si divertivano talvolta a far pompa di questa bricconeria, confer-

  1. Remedi Angelo, Una moneta inedita di Fosdinovo in «Bull. di numismatica italiana» , Anno IV, pag. 32; tav. II, 6.