Pagina:Rivista italiana di numismatica 1891.djvu/505

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

monete italiane inedite nella coll. brambilla 447

punto correvano fra noi nell’alta Italia nella prima metà del secolo XVII.

Si ha qui al diritto un busto giovanile a destra, in armatura, colla testa scoperta. In giro da sinistra: FRANCISCVS • DVX • Al rovescio sta un busto femminile volto a sinistra, con ampia gorgiera di pizzo, e capigliatura rialzata. In giro da sinistra: MARGHERITA.

L’attribuzione della descritta moneta è assai facile. Nel 1612, dal 9 Febbraio al 22 Dicembre, fu Duca V di Mantova e III di Monferrato Francesco IV Gonzaga figlio di Vincenzo I, e gli era consorte Margherita, figlia di Carlo Emanuele Duca di Savoia. Di quei coniugi, cui spetta la presente moneta, sono a mia cognizione altri due pezzi ove la loro effigie è pure insieme riprodotta.

Uno di quei pezzi è un multiplo di ducato d’oro conservato nel Museo imperiale di Vienna, e che i numismatici Duval e Froelich hanno pubblicato descrivendo i tesori di quella insigne collezione1.

Quel magnifico aureo offre al diritto i busti affrontati dei due coniugi, ambedue con alta gorgiera di pizzo: il Duca a sinistra guardando a destra, e la Duchessa viceversa. In giro da sinistra: FRANCISCVSTEMARGARITA • All’esergo DVCES • e sotto 1612.

Nel campo del rovescio vi ha scolpito un ampio fiore di forma circolare a petali lanceolati quali riscontransi nelle margherite doppie. Quel fiore è attorniato da una cordicella con nodi, che termina congiungendo i due capi con un nodo d’amore. In giro a seguito e compimento della leggenda del diritto e dopo tre rosette: MANTVÆTE   • MONTIS • FERRATI

Interessante riesce l’ora descritto rovescio in

  1. Monnoies en or du Cabinet de Vienne, Vienne 1759. Supplement, pagina 71,