Pagina:Rivista italiana di numismatica 1892.djvu/542

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
518 notizie varie

quella del Sig. Giovanni Solon (specialmente monete dell’Asia Minore), ecc.

"Ebbi occasione, infine, di far conoscenza con altri numismatici o studiosi, quali il dotto e venerando Professor Achille Postolacca, già Direttore del Gabinetto; il Sig. Alessandro Meletopulo, del Pireo, possessore di una notevolissima raccolta di monete greche, ecc . . . .



"Al Museo d’antichità di Tchinili-Kiosk (in Costantinopoli) è unito anche un Gabinetto Numismatico, non ancora completamente ordinato, intorno al quale ebbi le seguenti notizie dalla compiacenza dello stesso Direttore (S. E. Hamdy-Bey), cui ero stato raccomandato dall’Ambasciata d’Italia.

"Quando Hamdy-Bey fa chiamato a dirigere i Musei Imperiali, trovò giacente una gran quantità di monete d’oro, argento e bronzo (circa 28,000 pezzi), accumulate alla rinfusa. Egli pensò di costituire con esse un Gabinetto, ed incaricò due numismatici, Macridi-Pascià e Achmed-Bey (attuale Conservatore) di intraprendere la classificazione sistematica, intorno alla quale lavorarono per tre anni, riuscendo a catalogare le monete greche, romane e dei Parti. Vi sono anche molte monete bizantine ed islamitiche già separate ma non ancora classificate, essendo stati interrotti provvisoriamente i lavori, per circostanze imprevedute. Ad ogni modo, Hamdy-Bey spera che alla fine del venturo anno 1893 si possa aprire al pubblico la collezione greca e romana. Il Gabinetto si accresce continuamente per ritrovi di ripostigli; un recente ordine imperiale dispone che siano aggregate ad esso anche le diverse centinaia di monete d’oro che si conservano presso il Ministero degl’Interni. De’ numerosi duplicati esistenti a Tchinili-Kiosk verrà redatto un elenco per procedere a cambi o vendite.

"Durante il mio soggiorno a Costantinopoli, per cortese intromissione di S. E. il Comm. Ressman, allora Ambasciatore d’Italia colà, mi fu dato di esaminare minutamente la pregevolissima collezione di monete greche radunata da una