Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/353

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
304 nicolò papadopoli

formare la gioia dei numismatici, sempre desiderosi di rinvenire qualche novità e di esercitare lo spirito di indagine e le cognizioni svariate indispensabili a chi si dedica allo studio di questo genere di monetazione tanto interessante dal lato storico ed economico.


CASTIGLIONE DELLE STIVIERE.


In virtù della rinuncia fatta da S. Luigi al marchesato di Castiglione, successe al padre Ferrante il secondogenito Rodolfo (1586-93) principe noto per le sue iniquità e specialmente per aver falsificate le monete del papa e di altri principi.

Al lungo elenco de’ suoi prodotti dobbiamo aggiungere le seguenti monetine della mia raccolta che non furono ancora pubblicate.

[immagine da inserire]


1. Mistura (peso grammi 0.83).

D/ — G. C. che consegna le chiavi a S, Pietro in ginocchio: GO • MA • C • S • R • I • PR • esergo: • RO •
R/ — Ritratto del papa Sisto V: S • SIXTVS • P • MAR • sotto il busto: G+ I.

È questa una delle tante imitazioni fabbricate in Castiglione sul tipo delle bajochelle romane1, nella quale, per meglio giustificare l’inganno, attorno al

  1. Cinagli A., Le monete de’ papi, ecc., pag. 170, n. 130.