Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/354

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

monete italiane inedite della raccolta papadopoli 305

ritratto del pontefice è posta l’iscrizione di S. Sisto e le lettere RO devono essere interpretate come la prima sillaba del nome del marchese invece di segnare la zecca di Roma. A mio avviso dovrebbe essere una delle più antiche falsificazioni di Rodolfo, perchè la lega apparisce migliore ed il lavoro più accurato del solito: ha le traccie di essere stata qualche tempo in circolazione, perchè consumata e levigata dal contatto con altre monete, sebbene conservi chiarissimo il disegno e le iscrizioni.

[immagine da inserire]


2. Mistura (peso grammi 1.20).

D/ — Scudo colla croce sabauda chiusa in tre archi di cerchio, sotto lo scudo una stella: + CA • S • R • IMP.... O • M •
R/ — Croce di S. Lazzaro grande, caricata da quella dì S. Maurizio più piccola: + CRVS • CRISTI • REDEN • NOSTRA.

[immagine da inserire]


3. Mistura (peso grammi 0.95).

D/ — Simile al diritto del numero 2; sotto lo scudo la lettera B, invece delia stella: + CA • S • R • IM • P • ROD.... I • MA.
R/ — Croce come al num. 2: CRVX • CRIS • REDE • NO....